Riaccesi i razzi del Voyager 1 dopo 37 anni

Voyager 1. Crediti: Nasa/Jpl-Caltech

Non ci sarebbe nulla di strano se, provando a riavviare l’auto rimasta in garage per decenni, questa non andasse in moto… Imprevisti di questo tipo accadono frequentemente, anche senza aspettare decenni, e per fortuna abbiamo la possibilità di chiamare un meccanico che prontamente sistema tutto e ci fa ripartire.

Martedì scorso, 28 novembre 2017, è successa una cosa che ha dell’incredibile e testimonia l’eccellente qualità e robustezza delle sonde spaziali che possiamo vantarci di avere in giro per lo Spazio: a 21 miliardi di km di distanza, dove non ci sono meccanici pronti ad aiutarci se qualcosa va storto, i propulsori del Voyager 1 si sono riaccesi, dopo 37 anni di inutilizzo, e hanno funzionato alla perfezione per controllarne l’assetto. continua ...

Musica cosmica sulle note di Voyager 1

13.11.2017

La sonda NASA Voyager 1 nel rendering di un artista. Crediti: NASA.

La sonda NASA Voyager 1 nel rendering di un artista. Crediti: NASA.

Che suono hanno i raggi cosmici? Beh, non possiamo ancora dirlo con esattezza, ma quello che è possibile fare è una scrivere una melodia basata sui dati raccolti dalle sonde che viaggiano nello spazio. Nello specifico parliamo delle informazioni “portate a casa” in 40 anni dalla sonda Nasa Voyager 1. Due ricercatori e compositori hanno creato un’intera melodia (3 minuti di orchestra e strumenti classici) basandosi sui dati invitati a terra dalla sonda americana. L’opera verrà presentata al pubblico lunedì 13 novembre. continua ...