Urca, vedo due superlune!

Un confronto tra le dimensioni apparenti della Luna piena al perigeo, ovvero alla minima distanza dalla Terra ( a sinistra, chiamata anche “superluna”) e all’apogeo, la massima distanza dal nostro pianeta. Crediti: NASA

Quello di gennaio è un mese che vede ancora una volta la Luna protagonista. Nella notte tra il primo e il 2 il nostro satellite raggiunge il perigeo, ovvero la minima distanza dalla Terra, arrivando a poco più di 356 mila chilometri da noi. Poche ore dopo, raggiunge la sua fase di massima illuminazione. Questa combinazione di fattori la rende “superluna”. Possiamo osservarla anche nella notte tra il 2 e il 3 gennaio, nuvole permettendo. Rispetto a una Luna piena “media” sarà leggermente più brillante e grande, anche se apprezzare queste piccole variazioni di luminosità e dimensioni apparenti ad occhio nudo è difficilissimo. continua ...