Mercurio, stelle cadenti al mattino

In questa imagine i dati dallo strumento Mercury Atmosphere and Surface Composition Spectrometer, a bordo di Messenger, sono sovrapposti al mosaic prodotto dallo strumento Mercury Dual Imaging System. Crediti: NASA/Johns Hopkins University Applied Physics Laboratory/Carnegie Institution of Washington

Per via della sua bassa attrazione gravitazionale, il pianeta Mercurio è sprovvisto di una vera e propria atmosfera come quella terrestre, ma è piuttosto circondato da nubi di particelle provenienti dalla superficie o portate dal vento solare. Anche se questa esosfera è estremamente rarefatta, le osservazioni della sonda Nasa Messenger ne hanno rivelato una certa dinamicità e complessità, dovuta anche a una pioggia di micro-meteoroidi, grani di polvere che vaporizzano sulla superficie del pianeta. continua ...