2000 giorni marziani per Curiosity

Il mosaico scattato da Curiosity che mostra il prossimo obiettivo scientifico, un deposito di argille (evidenziato in bianco) che potrebbe svelare nuovi dettagli sul ruolo dell’acqua nella formazione del paesaggio. Crediti: NASA/JPL-Caltech/MSSS

Duemila sol, duemila giorni marziani. Alle spalle quasi 19 km percorsi, una miriade di scoperte, dati e osservazioni per conoscere meglio il pianeta rosso, di fronte, un leggero pendio e poi una zona ricca di argille, nuove scoperte, nuove analisi e nuovi campioni da raccogliere. continua ...