I Lincei ricordano Nanni Bignami

15.12.2017, ore 15:30

Giovanni Bignami, nella biblioteca dei Lincei, abbraccia il globo astronomico che rappresenta la volta celeste, opera di Felice Graziosi (1846). Crediti: Gerald Bruneau, Blackarchives

L’Accademia dei Lincei, fondata nel 1603 da Federico Cesi, la più antica accademia scientifica del mondo che ha annoverato tra i suoi primi soci lo stesso Galileo Galilei, ricorda l’astrofisico Giovanni Fabrizio Bignami, venuto improvvisamente a mancare il 24 maggio scorso.

Accademico di Francia e dei Lincei, il professor Bignami è stato presidente dell’Agenzia spaziale italiana, del Comitato mondiale per lo spazio (Cospar) e dell’Istituto nazionale di astrofisica. Ha scritto centinaia di pubblicazioni e diretto missioni spaziali, ricevendo premi negli Stati Uniti, in Francia (Legion d’Onore) e Italia. Ha creduto nella comunicazione multimediale come mezzo, anche politico, di connettere scienza e cittadini. È stato opinionista su La Stampa, Repubblica e L’Espresso. Voce della scienza in TV per Sky, Rai e con Rai Cultura. I suoi libri sono tradotti in diverse lingue, tra cui il cinese e l’iraniano. continua ...