Ingegneria al femminile per Ska: M.Grazia Labate

Maria Grazia Labate (ingegnere sistemista, SKA quartier generale), lavora per le antenne a bassa frequenza. Crediti: © SKA Organisation

Fin troppo spesso dobbiamo riconoscere la scarsità di “quote rosa” nel mondo della scienza e della tecnologia. Un caso raro, una sorta di eccezione che non conferma la regola, è quello del progetto Square Kilometre Array (Ska). Tra le centinaia di persone che in 20 paesi in tutti e cinque i continenti lavorano per costruire il radiotelescopio più grande del mondo ci sono molte donne esperte e di talento che stanno lasciando il segno. continua ...

Da Solvay a Trento: un remake al femminile

Clicca sull’immagine per accedere alla versione interattiva

La più famosa fotografia di gruppo della storia della fisica fu quella scattata nell’ottobre del 1927 a Bruxelles, in occasione del quinto Congresso di Solvay – dedicato al tema Elettroni e Fotoni — presso l’International Solvay Institutes for Physics and Chemistry. Questa foto ritrae i 29 partecipanti al congresso, gruppo che include tra i più importanti fisici e chimici del ventesimo secolo, molti dei quali pionieri dell’allora nascente teoria dei quanti, e ben diciassette vincitori (alcuni già al tempo della foto, altri negli anni successivi) di un premio Nobel. Una figura tra queste detiene due primati: l’essere l’unico scienziato ad aver vinto ben due premi Nobel, per due discipline diverse (fisica e chimica) e l’essere l’unica donna presente al congresso: Marie Skłodowska Curie. continua ...