Scoperte dodici nuove lune di Giove

Immagini della nuova luna Valetudo riprese dal telescopio Magellano nel maggio 2018. La luna è vista in movimento rispetto al costante sfondo di stelle lontane. Giove non è nel campo visivo bensì in alto a sinistra. Crediti: carnegiescience.edu

Sono dodici le nuove lune di Giove appena scoperte: undici sono “normali” lune esterne e una è invece parecchio “stravagante”. La scoperta porta il numero totale delle lune di Giove a oggi conosciute a settantanove, un numero enorme, più di qualsiasi altro pianeta del nostro Sistema solare. Un gruppo di ricerca guidato da Scott Sheppard di Carnegie ha individuato queste lune nella primavera del 2017, mentre stava dando la caccia a oggetti molto distanti nel Sistema solare, identificabili come possibili pianeti oltre l’orbita di Plutone. Nel 2014, lo stesso gruppo aveva trovato l’oggetto con l’orbita più distante nel nostro Sistema solare ed è stato il primo gruppo a intuire la possibile esistenza di Planet Nine (o Pianeta X): un pianeta massiccio, di fatto ancora sconosciuto, ai margini del nostro Sistema solare, ben oltre Plutone, che potrebbe spiegare la somiglianza delle orbite di diversi piccoli oggetti estremamente distanti. Anche Dave Tholen dell’Università delle Hawaii e Chad Trujillo della Northern Arizona University fanno parte del gruppo di ricerca di Planet Nine. continua ...

Dodici giovani astronomi ad Asiago

Dal 09.07.2018 al 13.07.2018

I partecipanti allo stage. Crediti: Giulia Iafrate / Inaf

Un gruppetto di ragazzi appassionati di astronomia ha appena terminato uno stage di cinque giorni all’Osservatorio astrofisico di Asiago (VI), dal 9 al 13 luglio, tra lezioni, partite di pallavolo e ping pong, enigmi, esercizi e telescopi.

Si tratta di 12 partecipanti senior delle Olimpiadi italiane di astronomia che hanno disputato la finale nazionale ma non sono riusciti a fare parte della squadra che andrà il prossimo autunno alle Olimpiadi internazionali in Sri Lanka. La gara nazionale è una competizione agguerritissima e tutti i partecipanti meriterebbero di essere ammessi alla fase successiva. Chi non ce l’ha fatta è stato dunque invitato a uno stage estivo come premio e, soprattutto, come aiuto alla preparazione per la prossima edizione delle olimpiadi. continua ...

Crateri da impatto, Finlandia a quota dodici

A sinistra, la posizione esatta del cratere da impatto nel lago Summanen in Finlandia, rispetto agli altri undici rilevati nell’area nel paese scandinavo. Nella figura di destra, invece, la linea tratteggiata identifica il litorale del lago scandinavo. Crediti: Jüri Plado

Anche se non si è qualificata per i mondiali di Russia 2018 che si stanno giocando in questi giorni, l’ultimo ritrovamento negli abissi del lago Summanen, nella Finlandia centrale, pone il paese scandinavo in cima alla classifica di quelli in cui sono stati scoperti crateri da impatto. Una cooperazione scientifica finlandese-estone fra i ricercatori delle università di Tartu e di Helsinki, lavorando su dati della Geological Survey of Finland, ha infatti portato nel 2017 alla scoperta di un antico cratere da impatto meteoritico nelle profondità del lago Summanen, nel centro della Finlandia. continua ...