Anelli di Saturno: solo 100 milioni di anni

Saturno dentro. L’interno del pianeta è composto principalmente da tre strati: un profondo nucleo interno costituito per lo più da elementi pesanti, con un involucro di idrogeno metallico liquido, circondato da uno strato di idrogeno molecolare. Le misurazioni di Cassini stanno consentendo agli scienziati di calcolare la dimensione del nucleo, il flusso dei venti nell’atmosfera e la massa degli anelli. Crediti per l’immagine del pianeta: Nasa / Jpl-Caltech

Gli anelli di Saturno sono molto più giovani rispetto al pianeta. A questa e ad altre conclusioni sono arrivati alcuni ricercatori coordinati da Luciano Iess del Dipartimento di ingegneria meccanica e aerospaziale di Sapienza Università di Roma. I risultati della ricerca sono stati pubblicati nell’edizione online di Science. Misure della gravità di Saturno e della massa dei suoi anelli, effettuate con la sonda Cassini prima della sua disintegrazione nell’atmosfera del pianeta, hanno rivelato che i venti del gigante gassoso si estendono ad una profondità di 9000 km e che gli anelli si sono formati al più 100 milioni di anni fa. continua ...

Saturno in buona compagnia, tra lune e anelli

Saturno, i suoi anelli e le sue lune. Crediti: NASA/JPL-Caltech/Space Science Institute

La sonda della missione Cassini-Huygens di Nasa, Esa e Asi ha smesso di funzionare ormai da mesi (era il 15 settembre 2017) ma le immagini che ci ha regalato in questi vent’anni continuano a emozionarci. Come questa scattata il 13 marzo 2006 dalla fotocamera Nac (narrow-angle camera) a bordo della sonda di di Nasa, Esa e Asi.

Cassini è riuscita a ottenere una vista unica di Saturno, dei suoi anelli e delle lune Mimas, Teti e Giano. La particolarità di questa immagine è che le lune appaiono “sopra” o “sotto” gli anelli, ma in realtà sono tutte in orbita sullo stesso piano. continua ...

Codici a barre negli anelli di Saturno

Ecco l’immagine scelta dalla Nasa come Astronomy Picture of the Day di martedì 8 agosto 2017. Crediti: NASA / JPL / SSI / Emily Lakdawalla.

La missione Cassini sta scrivendo l’ultimo capitolo della sua incredibile storia e continua a regalarci immagini mozzafiato da Saturno e dintorni. In orbita attorno al Signore degli anelli dal lontano luglio 2004, la sonda Nasa ha infilato la sua traiettoria finale nello spazio vuoto tra gli anelli e l’atmosfera del pianeta (una fenditura di circa 2.400 km di larghezza) continuando a raccogliere dati e immagini. Ed eccoci qui, 13 anni, ancora una volta a bocca aperta di fronte a questo affascinante scatto che svela la struttura fine degli anelli intorno al gigante gassoso. continua ...