In arrivo la Luna rossa

Uno scatto della Luna in eclissi preso da Enrico Cascone, dell’Inaf-Osservatorio astronomico di Capodimonte, nella notte tra il 27 e il 28 settembre 2015

Il 2019 si apre nel migliore dei modi dal punto di vista astronomico. Nelle prime ore del 21 ci sarà infatti un’eclissi totale di Luna che sarà visibile dall’Italia quasi nella sua interezza. Certo, l’orario e la posizione piuttosto bassa sull’orizzonte della Luna non rendono l’evento tra i più agevoli da Seguire. Come sintetizzato nella simulazione qui sotto, la Luna comincerà a velarsi alle 3 e 35, entrando nella zona di penombra. Alle 4:33 si comincia a fare sul serio. Il nostro satellite naturale inizierà a entrare nel cono d’ombra della Terra, per finire alle 5:40, quando l’eclissi sarà totale, regalandoci – nuvole permettendo – una Luna dal caratteristico colore rossastro. Il massimo del fenomeno è previsto alle 6:11. Poi alle 6:42 la Luna inizierà ad uscire dal cono d’ombra, pochi minuti prima di sprofondare sotto l’orizzonte, nascondendo alla nostra vista le ultime fasi dell’eclissi, che comunque sarebbero state invisibili per il concomitante arrivo dell’alba. A rendere ancora più spettacolare il fenomeno, ci sarà il fatto che la Luna si troverà in prossimità del perigeo, ovvero al punto della sua orbita più vicino alla Terra, a circa 357mila chilometri da noi. Rispetto a una luna piena “media” sarà quindi leggermente più brillante e grande, anche se apprezzare queste piccole variazioni di luminosità e dimensioni apparenti a occhio nudo è difficilissimo.

Se volete saperne di più su questo evento e sugli altri principali fenomeni astronomici previsti nel mese di gennaio, non vi resta che guardare il video che abbiamo preparato per voi, come di consueto:

 

Fonte: In arrivo la Luna rossa