Alla ricerca della galassia di Barnard

Se volete provare a individuare la galassia irregolare barrata Ngc6822, anche nota come Galassia di Barnard dal nome dell’astronomo che per primo la identificò, avrete bisogno di un buon telescopio. Ngc 6822, che in queste sere di settembre transita proprio verso sud nei nostri cieli attorno alle 22, in direzione della costellazione del Sagittario, è stata studiata all’inizio del XX secolo in modo sistematico da Edwin Hubble, che scoprì al suo interno 11 stelle variabili di tipo Cefeide. Fu grazie a quelle che Hubble riuscì a derivare a oltre 700 mila anni luce la distanza di quell’oggetto celeste, superando enormemente quello che, ad inizio degli anni ’20 del secolo scorso, era considerato il limite delle dimensioni dell’universo proposte da Harlow Shapley. Questa misura confermò anche l’idea che gli oggetti chiamati all’epoca “nebulose a spirale” altro non erano se non vere e proprie galassie a spirale situate al di fuori della Via Lattea.

Ma nel cielo serale di settembre c’è molto altro da ammirare oltre la galassia Ngc 6822. Se siete curiosi di sapere cosa, potete dare uno sguardo al video qui sotto che abbiamo preparato per voi, come ogni mese.

Fonte: Alla ricerca della galassia di Barnard